Aileen Wuornos: la donna ragno, storia cui si ispirò “Monster”

Aileen Wuornos: La Storia della Serial Killer delle Autostrade

Aileen Wuornos, conosciuta come “l’adescatrice delle autostrade”, è stata una celebre serial killer americana. La sua storia ha ispirato il film “Monster,” scritto e diretto da Patty Jenkins. Questa storia sfata definitivamente il pregiudizio comune che le donne non possano essere serial killer.

Aileen Wuornos

Per lungo tempo, si è erroneamente creduto che solo gli assassini mossi da impulsi sessuali potessero essere considerati serial killer. Tuttavia, le donne possono diventare assassine seriali spinte da motivazioni economiche. Aileen era conosciuta come “Vedova Nera” e, rispetto ad altre donne assassine, si distingueva per l’uso di una pistola come arma principale, mentre le donne tendono solitamente a preferire il veleno.

Gli Inizi della Vita di Aileen Wuornos

Aileen è nata a Rochester, nel Michigan, il 29 febbraio 1956, con il cognome Pitman, dal nome di suo padre biologico, Leo. Suo padre, afflitto da gravi disturbi psicopatologici, trascorse gran parte della sua vita in carcere e vi trovò la morte nel 1969 in circostanze legate alle accuse di molestie su minori.

Leo aveva abbandonato Aileen, suo fratello Keith e sua madre Diane poco dopo la nascita della bambina. In seguito, anche Diane decise di abbandonare i figli ai nonni materni. Questa serie di eventi tragici segnò il destino dei due fratelli. Nel 1960, i nonni materni si presero cura dei due ragazzi.

Successivamente, Aileen e Keith furono adottati da Lauri e Britta Wuornos, che cambiarono loro il cognome. Aileen scoprì di essere adottata solo all’età di dodici anni, un momento che influenzò profondamente la sua vita.

Da adolescente, Aileen si ribellò contro l’autorità dei suoi genitori adottivi e, a quattordici anni, rimase incinta senza conoscere l’identità del padre. Aileen partorì il suo bambino in un istituto per ragazze madri di Detroit, abbandonando sia il bambino che l’istituto poco dopo il parto.

Aileen iniziò a viaggiare per gli Stati Uniti facendo l’autostop e lavorando come prostituta. Si fregiava del nome “Lee” e iniziò questa attività quando aveva appena 15 anni.

Le Prime Esperienze Criminali di Aileen

Aileen fu arrestata per la prima volta nel 1974 in Colorado per aver guidato ubriaca e sparato con una pistola calibro .22 da un’auto in movimento. Riuscì a sfuggire alla giustizia fino al 1976, quando fu arrestata per una serie di reati a Daytona Beach, in Florida.

Tornata in Michigan, Aileen si sposò con Lewis Fell, un uomo più anziano di 49 anni. Dopo aver sperperato tutti i suoi soldi, iniziò a maltrattarlo fisicamente. Fell ottenne un’ordinanza restrittiva contro di lei e alla fine divorziarono.

Dopo la fine del matrimonio, Aileen cercò compagni che potessero sostenerla economicamente, ma la sua scelta di uomini fu spesso infelice, spesso incontrando criminali come lei. Nel 1981, fu condannata per rapina a mano armata e trascorse un periodo in carcere.

Aileen continuò a prostituirsi sulle strade della Florida, alternando la detenzione con la vita da prostituta. Il suo comportamento criminale culminò con una serie di omicidi.

Il Modus Operandi e le Vittime di Aileen Wuornos

Il modus operandi di Aileen era costante: faceva l’autostop, si accordava con gli uomini per atti sessuali, e poi li uccideva e derubava. Vendeva gli oggetti rubati ai bancari dei pegni. Le sue vittime erano uomini di mezza età, tutti di razza bianca. I cadaveri venivano ritrovati spogli e spesso venivano trovati preservativi usati e capelli biondi nei veicoli.

Sulle Tracce della Serial Killer

Aileen Wuornos

Aileen iniziò a commettere errori, impegnando oggetti rubati a dei bancari dei pegni e lasciando le sue impronte digitali. Le autorità riuscirono a collegare queste impronte a Aileen Wuornos, portando alla sua cattura nel 1991.

Il Processo e la Condanna di Aileen Wuornos

Il processo di Aileen iniziò nel 1992, principalmente per l’omicidio di Richard Mallory. Gli avvocati speravano che dimostrare la legittima difesa sarebbe stato più facile in questo caso, ma si sono sbagliati. La legge in Florida permette di introdurre prove relative ad altri omicidi se sono rilevanti per il caso in questione.

Aileen cambiò più volte la sua storia durante i vari processi, affermando inizialmente di essere estranea ai delitti, per poi affermare di averli commessi per legittima difesa. Tuttavia, questa difesa non reggeva e Aileen fu condannata all’ergastolo per gli omicidi commessi.

La Fine di Aileen Wuornos

Nel 2002, Aileen scrisse una lettera alla Corte Suprema dichiarando di voler uccidere ancora. Questo portò alla sua esecuzione con un’iniezione letale il 9 ottobre 2002. Le sue ceneri furono sparse sotto un albero nel Michigan.

La storia di Aileen Wuornos rimane una delle più controverse e oscure storie di serial killer nella storia americana, caratterizzata da una serie di omicidi spietati e da un percorso di vita travagliato. Il suo caso ha ispirato film, libri e dibattiti su giustizia e psicologia criminale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *