Un attore poliedrico: Roberto Citran tra Berlinguer e i ruoli da sacerdote

Un Attore Poliedrico Roberto

Un attore poliedrico: Roberto Citran tra Berlinguer e i ruoli da sacerdote - Horrormania.it

Introduzione:
Roberto Citran, attore italiano di grande talento, si è recentemente espresso in merito alla sua esperienza nel film ‘La grande ambizione’, diretto da Andrea Segre, in cui ha interpretato il ruolo di Aldo Moro. In questa intervista a Tv2000, Citran rivela dettagli affascinanti sul retroscena delle riprese e dei suoi impegnativi preparativi. Scopriamo di più su questo attore versatile e appassionato.

Il ruolo di Aldo Moro in ‘La grande ambizione’:

Nel film ‘La grande ambizione’, Roberto Citran si cala nei panni di Aldo Moro, mentre Elio Germano interpreta il ruolo del politico Pci. Citran svela che per entrare nel personaggio passava ben tre ore al trucco prima di ogni ripresa, testimoniando l’impegno e la dedizione che ha profuso nel dare vita a questa figura storica così complessa. La collaborazione con il regista Andrea Segre e il resto del cast ha reso l’esperienza di Citran indimenticabile, una sfida artistica che spera possa portare il film fino al prestigioso Festival del Cinema di Venezia.

Dal sacerdote coraggioso a Mons. Loris Capovilla:

Roberto Citran, noto per la sua versatilità, ha interpretato diversi ruoli da sacerdote nel corso della sua carriera. Da “Il prete bello” a “Il grande giorno”, fino a “Il papa buono” in cui ha vestito i panni di Mons. Loris Capovilla, Citran ha dimostrato di sapersi calare con maestria in personaggi complessi e sfaccettati. Il suo impegno e la sua sensibilità artistica gli hanno permesso di dare vita a figure ricche di sfumature e profondità, conquistando il pubblico e la critica.

La lunga amicizia con Carlo Mazzacurati e la comunità cinematografica del nord-est:

Citran non manca di ricordare la sua stretta amicizia con il regista Carlo Mazzacurati, anch’egli proveniente da Padova. Questa amicizia ha radici profonde nella condivisione di una passione comune per il cinema e per la narrazione, che li ha visti collaborare in diversi progetti artistici di successo. Citran sottolinea inoltre l’importanza della comunità cinematografica del nord-est, ricca di talento e di storie da raccontare. Artisti come Paolo Pierobon e Giuseppe Battiston sono solo alcuni degli esempi di eccellenza provenienti da questa realtà artistica, distante da quella romana ma altrettanto ricca e stimolante.

In conclusione, Roberto Citran si conferma come un attore poliedrico, capace di affrontare sfide artistiche impegnative e di dare vita a personaggi indimenticabili. La sua passione per il cinema, la sua dedizione al lavoro e il suo talento naturale lo rendono una presenza imprescindibile nel panorama culturale italiano. Attendiamo con trepidazione i suoi prossimi progetti e siamo certi che continuerà a regalarci interpretazioni straordinarie e intense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *